Salvatore D’Arienzo chi?

Sono nato un paio d’anni prima della caduta del muro di Berlino. Ho avuto un’infanzia facile, un’adolescenza discreta. Poi ho iniziato a leggere, a informarmi e a pensare che Kurt Cobain tutto sommato abbia fatto bene a ficcarsi una pallottola in testa.

Ho fatto l’esame di quinta elementare, di terza media e di maturità. Poi mi sono iscritto all’università. Li di esami ne ho fatti 25. Ne sono uscito come molti: corona d’alloro in testa e tante foto che testimoniano la mia completata istruzione, collezionate in un album che prende polvere in mansarda, tra la lampada alogena e la statuetta di San Giuseppe che servirà a Natale per il presepe.

Ho una brutta memoria, una personalità che segue un climax che lega il polo “ultras da stadio” a quello di “aspirante giornalista distinto”. Vivo in un posto piccolo, scrivo da una stanza piccola. Mi da fastidio il fatto che il mondo vada così veloce senza soffermarsi su niente. E a me forse non resta che riempirlo di parole al vento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...